Gypsophila – Baby’s Breath: perfetta per un Matrimonio dal fascino elegante.

Fino a poco tempo fa relegata a un ruolo di complemento di fiori più sontuosi, da un po’ di tempo è diventata protagonista di allestimenti delicati e spumeggianti.

Ma che cosa si nasconde dietro la parola Gypsophila? Il nome botanico letteralmente significa ‘amante del gesso’ e probabilmente deriva dal tipo di terreno , calcareo, adatto alla sua coltivazione.

Dietro a un nome così altisonante si nasconde, però, un fiore semplice, gentile e lieve, tanto che in America viene chiamato Baby’s Breath, cioè respiro di bambino.

Delicata e aerea la Gypsophila ha steli sottili ricoperti di fiorellini dalla corolla semplice o doppia, tondeggianti e di colore bianco o, raramente, rosa.

Image

Basta guardarla per capire qual è l’origine del suo fascino: la leggerezza. Non stupisce che sia diventata interprete principale di allestimenti anche sontuosi. Basta da sola a creare cuscini vaporosi costellati di candide stelline, bordure e ghirlande lungo la navata o ai polsi delle damigelle.

Il risultato è insieme sobrio e curato, etereo e intrigante. Lasciatevi sedurre dall’ingenua bellezza della gypsophila!

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s